Navigation

Onu, 1.600 morti in sette giorni, molti bambini

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 settembre 2012 - 19:36
(Keystone-ATS)

La settimana scorsa è stata quella più sanguinosa dall'inizio della rivolta in Siria, con 1.600 morti tra i quali molti bambini. Lo ha indicato oggi Patrick McCormick, del Fondo Onu per l'infanzia (Unicef).

Nel Paese gli sfollati hanno raggiunto quota 1,2 milioni di persone, 150.000 a Damasco e nei suoi sobborghi. Secondo l'Unicef, in Siria e nella regione si sta verificando "una delle emergenze umanitarie più gravi degli ultimi decenni" a livello mondiale.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?