Navigation

Onu: africa ovest-centro, 1,5 milioni colpiti da inondazioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 ottobre 2010 - 14:34
(Keystone-ATS)

GINEVRA - Devastanti inondazioni hanno colpito diversi Paesi dell'Africa occidentale e centrale causando 377 morti su un totale di oltre 1,5 milioni di persone colpite, secondo le stime rese note oggi a Ginevra dalle Nazioni Unite.
Il Benin è il Paese più colpito con 680mila persone colpite, mentre la Nigeria ha registrato il più alto numero di decessi, con 118 morti, ha precisato l'Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari (Ocha).
Gli altri Paesi colpiti dalle inondazioni, causate principalmente dalle forti precipitazioni dall'inizio della stagione delle piogge, sono Guinea, Mali, Ciad e Togo. Le organizzazioni umanitarie si sono mobilitate per prestare soccorso alle popolazioni e l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) prevede di avviare un ponte aereo in favore del Benin per trasportare tende e materiale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?