Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Chi ha accumulato migliaia di bombe atomiche non ha il diritto di farci delle prediche sul nucleare": lo ha detto il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad, intervenendo all'Assemblea generale delle Nazioni Unite e accusando Israele e l'Occidente di "intimidazione".

"Le minacce continue da parte dei sionisti di ricorrere all'azione militare contro la nostra grande nazione mostrano chiaramente un'amara realtà", quella di voler "intimidire" l'Iran, ha detto ancora il presidente.

"I valori dell'Iran sono la pace e la stabilità", ha sostenuto Ahmadinejad, lanciando un appello: "la pace può essere gestita solo con una cooperazione congiunta in tutto il mondo", ha detto, sottolineando come nel mondo esiste uno stato di diffidenza e sfiducia che va superato.

Le delegazioni di Israele e Stati Uniti sono uscite dalla sala quando Ahmadinejad ha inizato a parlare. In precedenza la missione americana presso le Nazioni Unite aveva affermato che ancora una volta il presidente iraniano "ha approfittato della sua visita all'Onu per proferire teorie paranoiche e insulti ripugnanti contro Israele. Per questo motivo abbiamo deciso di non assistere al suo intervento."

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS