Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - La consigliera federale Micheline Calmy-Rey, giunta sabato a New York nel quadro della 65esima Assemblea generale delle Nazioni Unite, ha partecipato ieri pomeriggio alla prima seduta del nuovo comitato dell'ONU per la sostenibilità globale.
Il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon aveva invitato a partecipare a questo comitato 21 personalità di alto rango del mondo politico ed economico, tra cui la responsabile del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Il Global Sustainability Panel (GSP) è incaricato di elaborare nuove proposte di soluzione per una crescita sostenibile e un calo delle emissioni di CO2, per contenere i cambiamenti climatici.
Stando alla missione svizzera presso le Nazioni Unite, ieri la ministra degli esteri ha anche partecipato a un pranzo di lavoro con il suo omologo spagnolo Miguel Angel Moratinos, con il quale ha discusso della situazione in Medio Oriente.
Oggi la Calmy-Rey prenderà parte al vertice sugli Obiettivi di sviluppo del Millennio, volti in particolare a dimezzare entro il 2015 la fame e la povertà estrema nel mondo rispetto al 1990. Il vertice, presieduto dall'ex consigliere federale Joseph Deiss, deve accelerarne la realizzazione. La responsabile del DFAE dovrebbe esprimersi intorno a mezzogiorno, ora locale. Dovrebbe poi lasciare New York in serata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS