Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La situazione dei diritti umani nel Sud-Sudan è tra le più "orrende nel mondo, con l'utilizzo massiccio dello stupro come strumento di terrore e come arma da guerra", denuncia l'Onu in un agghiacciante rapporto reso noto oggi a Ginevra.

Il documento dell'Alto commissariato Onu per i diritti umani descrive "in dettaglio" terribili violazioni, inclusa una politica della "terra bruciata" condotta dal governo, e la presa di mira deliberata di civili per uccidere, stuprare e saccheggiare.

Il rapporto contiene resoconti strazianti di civili sospettati di sostenere l'opposizione, compresi bambini e persone disabili, assassinati, bruciati vivi, soffocati in contenitori, impiccati ad alberi o tagliati a pezzi.

Il rapporto conclude che vi sono ragionevoli motivi per ritenere che queste violazioni possono costituire crimini di guerra e/o crimini contro l'umanità", scrive l'Onu in un comunicato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS