Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Onu: in India e Cina 85 milioni di donne scomparse

NEW DELHI - Ben 85 milioni di bambine e ragazze erano considerate "scomparse" in India e Cina tre anni fa. Questo dato è contenuto in un rapporto reso noto oggi a New Delhi dal programma dell'Onu per lo sviluppo (Undp) e dedicato alla discriminazione sessuale in Asia.
"Nel 2007 - si legge nel documento - il numero di donne e ragazze che si consideravano scomparse, vittime di trattamenti discriminatori nell'accesso alla salute o all'alimentazione, o che erano state eliminate prima della nascita, era vicino a 100 milioni in sette paesi asiatici", area in cui India e Cina giocano la parte del leone.
Il rapporto, presentato dal numero uno dell'Undp, la neozelandese Helen Clark, evidenzia come la strage silenziosa di bambine in Asia sia in crescita, nonostante i progressi economici in atto nella regione.
Secondo gli esperti dell'Onu, inoltre, "la segregazione e gli abusi quotidiani mettono a rischio la stessa sopravvivenza delle donne nella regione dell'Asia-Pacifico, dove esiste uno dei più bassi livelli di presenza femminile nella politica, nel mondo del lavoro e nella proprietà immobiliare".
La discriminazione sessuale ha anche un "costo" per l'economia nazionale. Secondo stime, conclude lo studio, "il Pil dell'India potrebbe aumentare dal 2 al 4% l'anno se si aumentasse il tasso di occupazione femminile al 70%, come avviene in molti Paesi sviluppati".
In Paesi come India o Pakistan, invece, meno del 35% delle donne sono retribuite per il loro lavoro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.