Navigation

Onu: Rousseff apre assemblea, paesi emergenti contino di più

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 settembre 2011 - 17:25
(Keystone-ATS)

La presidente del Brasile, Dilma Rousseff, si è detta "orgogliosa di essere la prima donna nella storia dell'Onu ad aprire il dibattito nell'assemblea generale". Nel suo intervento la Rousseff è quindi andata subito all'attacco, rivendicando un ruolo maggiore per il Brasile e le altre economie emergenti sul palcoscenico internazionale.

In uno scenario in cui la crisi economica e finanziaria colpisce pesantemente l'Europa e gli Stati Uniti, per la Rousseff i paesi emergenti possono contribuire alla risoluzione della crisi. Serve un maggior coordinamento a livello globale - ha detto - e i paesi emergenti devono contare di più in seno alle istituzioni finanziarie internazionali, come il Fondo monetario internazionale che da tempo è oggetto di un contrastato progetto di riforma.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?