Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha partecipato oggi a New York a un Dialogo ad alto livello sulla migrazione e lo sviluppo. In quest'occasione la responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha sostenuto la tesi di una migliore cooperazione per la protezione dei diritti dei migranti.

Per lunghi anni la Svizzera è stata una terra di emigrazione, ha dichiarato la ministra socialista. Oggi la Confederazione è diventata uno dei Paesi al mondo che accoglie in proporzione il più alto numero di migranti . "L'immigrazione ha contribuito in modo significativo allo sviluppo economico, sociale e culturale della Svizzera", ha aggiunto la consigliera federale.

In molti altri Paesi europei non si è registrato lo stesso fenomeno: in molti settori manca la manodopera e questi Stati sono costretti ad attirare più migranti. Cittadini europei, provenienti da Paesi in preda alla crisi finanziaria, hanno inoltre cercato opportunità professionali in altri continenti, ha spiegato la ministra di giustizia e polizia.

A New York, la Sommaruga ha anche sottolineato come la Svizzera sostenga modelli di partenariato migratori. "Intendiamo mostrare che tali partenariati si negoziano a un livello di parità, che c'è una ricerca d'interessi comuni tra Stati molto diversi", ha precisato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS