Navigation

Onu: Sudan; Consiglio Sicurezza chiede ritiro truppe Abyei

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giugno 2011 - 09:44
(Keystone-ATS)

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu, convocato ieri in serata dal Gabon, presidente di turno dei Quindici, ha chiesto al governo di Karthoum di "ritirarsi immediatamente dalla regione di Abyei", contesa tra Nord e Sud del paese. È quanto si legge in una dichiarazione presidenziale, approvata all'unanimità, ma non vincolante, del Consiglio.

In una lunga dichiarazione approvata in una riunione convocata d'urgenza, i Quindici esprimono la propria preoccupazione per il deteriorarsi della situazione nell'area, ricca di petrolio, chiedendo in particolare alle truppe sudanesi di "garantire uno stop immediato ai saccheggi, gli incendi e gli insediamenti illegali".

Il Consiglio di Sicurezza, inoltre, "esprime la sua grave preoccupazione per il deteriorarsi della situazione umanitaria" oltre a "sottolineare che chi si sarà reso responsabile di violazioni della legge internazionale, comprese le leggi che riguardano i diritti umani ed umanitari, come anche chi ha ordinato questi atti, saranno considerati responsabili". L'area di Abyei, oltre ad essere ricca di petrolio, è contestata tra il Nord e il Sud del Paese, che ha proclamato l'indipendenza da Khartoum.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.