Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una tassa internazionale per raccogliere oltre 400 miliardi di dollari ogni anno da destinare allo sviluppo e alle sfide globali: è questa la proposta lanciata dall'Onu nel 'World Economic and Social Survey 2012'.

Secondo il rapporto, in un periodo di difficoltà finanziarie che ha portato molti Paesi donatori a tagliare i fondi destinati allo sviluppo, è necessario trovare altre strade.

La proposta prevede quindi quattro canali di finanziamento per la cooperazione internazionale: una tassa di 25 dollari per tonnellata sulle emissioni di biossido di carbonio nei Paesi sviluppati, una tassa dello 0,005% sulle transazioni delle quattro maggiori valute (dollaro, euro, yen e sterlina), lo stanziamento di diritti speciali di prelievo del Fondo Monetario Internazionale per l'acquisto di asset a lungo termine che poi verrebbero utilizzati come finanziamento, e infine destinare una parte della tassa sulle transazioni economiche dell'Unione Europea alle sfide globali del millennio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS