Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Niente fusione Sunrise e Orange, gli operatori numero due e tre sul mercato elvetico delle telecomunicazioni: il gruppo danese TDC e France Télécom hanno rinunciato a unire le loro controllate, in seguito al divieto espresso dalla Commissione della concorrenza (COMCO). Lo ha indicato poco fa France Télécom.
Il 22 aprile scorso l'organo preposto alla sorveglianza della concorrenza si era opposto alla fusione, annunciata a fine novembre, con l'obiettivo di evitare che il mercato svizzero delle telecomunicazioni venisse dominato da un duopolio, con Swisscom da una parte, e il gruppo Orange/Sunrise dall'altro.
Contro questa decisione gli interessati avevano presentato ricorso presso il Tribunale amministrativo federale: un passo puramente formale, attraverso il quale le case madri volevano mantenere aperte tutte le opzioni. In discussione vi era anche la presentazione di un nuovo e riveduto dossier.
Nell'annunciare la sua rinuncia al progetto di fusione France Télécom non precisa le sue intenzioni riguardo ad altri movimenti di consolidamento possibili in Svizzera per la sua filiale Orange.

SDA-ATS