Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aria di ripresa presso Orascom: per la prima volta dalla scoppio della rivoluzione in Egitto, tre anni or sono, il gruppo alberghiero e immobiliare ha realizzato un utile netto trimestrale: il risultato positivo è stato di 5,0 milioni, contro la perdita di 19,1 milioni nello stesso periodo del 2013. L'utile lordo è più che raddoppiato, raggiungendo 13,2 milioni, mentre il fatturato è salito del 21% 69,8 milioni.

In un comunicato odierno la società con sede ad Altdorf (UR) che ha come fondatore e azionista maggioritario Samih Sawiris spiega i risultati con un aumento dell'attività nel segmento immobili e costruzioni. Ha inoltre avuto un impatto positivo il programma di riduzione dei costi, che punta a risparmi di 50 milioni entro la fine dell'anno. La cessione di unità non strategiche ridurrà ulteriormente la spesa, cosa che si farà sentire a partire dal secondo semestre.

Rimane per contro in difficoltà il segmento alberghiero. Orascom continua comunque a ritenere che gli affari potranno migliorare nel corso dell'anno, grazie alla ripresa in Egitto.

SDA-ATS