Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'olio di palma deve essere escluso dall'accordo di libero scambio della Svizzera con la Malaysia.

È quanto chiede una petizione, munita di 20'000 firme, che oggi è stata consegnata all'ambasciatore Didier Chambovey, capo dei negoziatori della Segreteria di stato dell'economia (SECO), in presenza della consigliera nazionale Maya Graf (Verdi/BL), precisa un comunicato.

La petizione è stata promossa da una coalizione di organizzazioni svizzere fra cui l'Unione svizzera dei contadini, la Dichiarazione di Berna, la Federazione romanda dei consumatori, la Federazione svizzera produttori di cereali, Uniterre e il Fondo Bruno Manser. Una delegazione malese, in visita a un'azienda biologica a Châtonnaye (FR), ha sottolineato che una gestione delle risorse naturali rispettosa dell'ambiente non deve essere un obbiettivo solo in Svizzera, ma anche in Malesia.

"Il governo malese deve rispettare i nostri diritti fondiari e non attribuire le nostre terre alle multinazionali attive nell'olio di palma, che pensano al profitto senza preoccuparsi della nostre terre e dei nostri diritti", ha aggiunto un rappresentante della delegazione citato nel comunicato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS