Navigation

Oro e contanti in macchina, denunciato alla frontiera

Denuncia al valico fra Italia e Svizzera. Immagine d'archivio. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 giugno 2020 - 10:04
(Keystone-ATS)

Ha un debito con l'Erario di 400 mila euro e ha presentato domanda per il reddito di cittadinanza un uomo residente nel Bergamasco, fermato dalla Guardia di Finanza di Olgiate Comasco al valico italo svizzero di Bizzarone (Como) su un'auto di grossa cilindrata.

Nel veicolo sono stati trovati un lingotto d'oro da 100 grammi (valore circa 5 mila euro) e 5 mila euro in contanti.

L'uomo aveva dichiarato ai finanzieri di andare in Svizzera per giocare al casinò: sottoposto a controllo è emersa una cartella esattoriale già iscritta a ruolo e che non aveva mai dichiarato alcun reddito al Fisco.

I militari lo hanno denunciato per falsa attestazione finalizzata all'ottenimento del reddito di cittadinanza, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte ed auto-riciclaggio per una condotta volta ad ostacolare concretamente la riscossione delle tasse mediante l'occultamento di somme di denaro e beni di provenienza illecita.

I finanzieri, oltre a sequestrare l'oro e i contanti, hanno informato l'Istituto nazionale di previdenza sociale (Inps) per far decadere il diritto al beneficio ancora non concesso.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.