Navigation

Orologeria: esportazioni in crescita del 18,6% in ottobre

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 novembre 2011 - 09:02
(Keystone-ATS)

Il ritmo di espansione delle esportazioni dell'orologeria svizzera è continuato a crescere anche in ottobre e ha raggiunto cifre da primato: rispetto allo stesso mese dello scorso anno le vendite all'estero sono aumentate del 18,6% a 1,87 miliardi di franchi. Lo indica oggi la Federazione orologiera (FH) in una nota.

In termini di volume, il numero di orologi esportati è salito del 4,7% a 2,84 milioni. Per i prodotti in acciaio, la categoria più venduta, risulta una crescita del 3,8% a 1,50 milioni di unità, per un valore complessivo in progressione del 10,5% a 673 milioni di franchi.

Hong Kong e gli Stati Uniti si confermano i mercati più interessanti per l'orologeria svizzera. Le vendite destinate all'ex colonia britannica sono cresciuto del 18,7% a 386 milioni di franchi. Dal canto suo, l'export in direzione degli USA è aumentato del 8,2% a 205 milioni. In terza posizione figura la Cina, dove il fatturato ha subito un'impennata del 67,8% a 174 milioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?