Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Berna - "Quando ricevi una telefonata che non è attesa dai ragazzi di Hollywood, immediatamente il tuo cuore smette di battere e ti chiedi chi è morto". Così Francis Ford Coppola ha commentato la telefonata che annunciava il suo Oscar alla carriera. Quelli che il regista italoamericano definisce "i ragazzi di Hollywood" sono i rappresentati dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences che dopo 5 statuette "ordinarie" hanno voluto onorarlo con l'Irving G. Thalberg Memorial Award, il riconoscimento, non a un singolo film, ma ad una vita dedicata con successo al cinema. L'annuncio è stato dato con largo anticipo rispetto alla cerimonia degli Oscar numero 83, e la ragione è perché da quest'anno gli Oscar alla carriera saranno consegnati ben prima della notte degli Oscar, a Novembre.
Francis Ford Coppola però non sarà l'unico protagonista della serata. Insieme a lui verranno premiati il regista della Nouvelle Vague franco-svizzero Jean-Luc Godard e l'attore britannico de Il buono il brutto e il cattivo, Eli Wallach. "Ognuno di loro - scrive il presidente dell'Academy Tom Sherak - ha toccato il cuore del pubblico e influenzato l'industria del cinema con il suo lavoro. Sarà un onore celebrare i loro straordinari successi".
"Il mio cuore ha ricominciato a battere quando il mio amico Sid Ganis mi ha detto che non si trattava di una brutta notizia - racconta Coppola, a proposito della giornata di ieri - So di essere stato spesso un ribelle secondo i canoni di Hollywood ma io sono stato creato da Hollywood, sono uno dei suoi figli. Il mio sforzo è stato quello di portare varietà e innovazione, così che ogni cinque film di cassetta, l'industria del cinema americano sfornasse qualcosa di più personale e sperimentale". Questo sforzo ora a Coppola è stato finalmente riconosciuto.
Godard, insieme a Claude Chabrol e François Truffaut, è il creatore di uno stile nuovo nel cinema francese, la Nouvelle Vague, che cinquant'anni fa rifiutò le regole del cinema di allora, sperimentando nuovi linguaggi. Wallach, 94 anni non ha ancora detto basta: sarà sul grande schermo a breve con il sequel di Wall Street: Il denaro non dorme mai, ancora una volta diretto da Oliver Stone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS