Navigation

Ospedali: Santésuisse, ancora "alto potenziale risparmio"

Il presidente del consiglio di amministrazione di Santésuisse Heinz Brand (foto d'archivio) KEYSTONE/PARTEI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 giugno 2020 - 08:18
(Keystone-ATS)

Per il presidente di Santésuisse, Heinz Brand, "c'è sicuramente ancora un notevole potenziale di risparmio negli ospedali in Svizzera" e la crisi del coronavirus ha mostrato che l'offerta può ancora essere ottimizzata.

In un'intervista pubblicata oggi dal "Blick", l'ex consigliere nazionale grigionese dell'UDC sottolinea come "nel settore della terapia intensiva, la gamma di servizi è troppo piccola, mentre è troppo grande per gli ospedali tradizionali".

Per il responsabile dell'associazione delle casse malattia, il settore ospedaliero in generale deve diventare più dinamico per potersi adattare più rapidamente all'evoluzione della domanda. "Oggi è importante che sia il personale che le attrezzature possano essere utilizzate in modo più flessibile", ha detto.

"Premi non aumenteranno"

"I premi non aumenteranno a causa del coronavirus. Posso prometterlo", ha inoltre sottolineato Brand. Nel corso degli anni le casse malattia hanno infatti accumulato riserve dalle quali potranno attingere per coprire eventuali costi aggiuntivi.

"Le compagnie di assicurazione sono anche finanziariamente preparate per una seconda ondata", afferma il presidente di Santésuisse, precisando che i premi non potranno continuare a salire a piacimento.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.