Navigation

Ostaggi in Mali liberati in cambio di 3 estremisti islamici

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 luglio 2012 - 16:39
(Keystone-ATS)

La cooperante italiana Rossella Urru e due suoi colleghi spagnoli sono stati liberati ieri in Mali in cambio del rilascio di tre estremisti islamici. Lo riferiscono fonti della mediazione del Burkina Faso. I tre sono attualmente in viaggio verso i rispettivi paesi.

I cooperanti erano stati sequestrati nell'ottobre scorso in Algeria. Oggi sono arrivati "sani e salvi" in Burkina Faso, ha annunciato un esponente della mediazione burkinabe.

Poco dopo il loro arrivo all'aeroporto della capitale Ouagadougou a bordo di un aereo militare i tre ostaggi si sono imbarcati per rientrare in Italia ed in Spagna.

Due dei tre estremisti islamici sono detenuti in Mauritania, l'altro in Niger. "C'è stata una contropartita, cioè rilascio per rilascio", ha dichiarato alla stampa un membro della mediazione. "Abbiamo portato nel nord del Mali un uomo detenuto in Mauritania, un secondo è stato liberato ieri. Il terzo deve essere liberato in Niger", ha aggiunto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?