Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Otto's contro Otto: processo per concorrenza sleale

Otto's contro Otto: processo per concorrenza sleale (foto d'archivio)

KEYSTONE/ALEXANDRA WEY

(sda-ats)

Otto's contro Otto: la disputa per concorrenza sleale è al centro di un processo civile apertosi oggi presso il tribunale cantonale di Lucerna. Il discount svizzero vuole impedire al suo omonimo tedesco di operare in Svizzera con il dominio Otto-shop.ch.

Nel 2017 il tribunale cantonale ha vietato a titolo precauzionale l'ingresso del gruppo Otto nel commercio online svizzero con tale indirizzo web, decisione poi confermata dal Tribunale federale. Otto's, con sede Sursee (LU), noto per i suoi grandi magazzini rossi, temeva un calo del fatturato a causa del rischio di confusione, mentre il gruppo Otto rivendicava l'accesso al mercato elvetico sulla base di un trattato tra Svizzera e Germania del 1892, che consente anche in Svizzera il riconoscimento dell'uso di un marchio in Germania.

Il discount svizzero in precedenza aveva chiesto che il gruppo Otto apparisse sotto il nome otto.de/ch, ma le parti non sono riuscite a raggiungere un accordo e la vertenza è quindi finita in tribunale.

Otto's è stata fondata nel 1978 e oggi gestisce 100 filiali con circa 2000 dipendenti. Dal 2007 è operativo anche un web shop, che rappresenta solo il 2% delle vendite totali. Il fatturato annuo del gruppo è di circa 650 milioni di franchi.

Il gruppo tedesco Otto Group opera come società di vendita per corrispondenza online, con un fatturato di circa 12 miliardi di euro. In Svizzera è attivo dal 1996 nel settore delle vendite per corrispondenza e del commercio online con diversi marchi e un fatturato di circa 400 milioni di franchi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.