Navigation

Pakistan: 11 anni per terrorismo a leader partito Kashmir

Una manifestazione per l'indipendenza del Kashmir in Pakistan (foto simbolica). KEYSTONE/EPA/SHAHZAIB AKBER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 febbraio 2020 - 13:12
(Keystone-ATS)

Un tribunale antiterrorismo a Lahore, in Pakistan, ha condannato a 11 anni di carcere Hafiz Saeed, leader di un movimento islamico fuorilegge che lotta per l'indipendenza del Kashmir.

Il movimento Jamaat-ud-Dawa (JuD) è considerato responsabile dell'attacco terroristico del 2008 a Mumbai, in India, in cui morirono 190 persone.

Saeed, arrestato nel luglio 2019, ha ricevuto le sue condanne per due casi di finanziamento del terrorismo islamico, ognuno dei quali punito con cinque anni e mezzo di detenzione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.