Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo del Pakistan, d'intesa con quello dell'Afghanistan, ha deciso di avviare a partire dal prossimo 25 luglio un censimento del milione di rifugiati afghani che da anni vivono in territorio pachistano. Lo scrive oggi il quotidiano Dawn.

Il responsabile del Commissariato per i rifugiati afghani in Pakistan, Waqar Maroof, ha confermato che le stime realizzate sul numero delle persone che saranno censite in tutto il Paese indicano "che si tratta di circa un milione di individui" e che nel processo di registrazione interverrà l'Authority nazionale del settore (Nadra).

Ufficialmente il Pakistan ospita 1,6 milioni di rifugiati che hanno ottenuto dal Nadra documenti di identità che scadranno nel dicembre 2015. "Il nuovo censimento - ha infine detto Maroof - è l'ultima opportunità per i rifugiati afghani non registrati. Se non accetteranno di registrarsi saranno considerati illegali e dovranno fare fronte alle leggi pachistane esistenti". Da gennaio scorso, scrive infine Dawn, 45.000 rifugiati sono ritornati volontariamente in Afghanistan nell'ambito di un programma sponsorizzato dall'Onu.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS