Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Agenti della sicurezza pachistana sul luogo di un attentato dinamitardo perpetrato ieri a Peshawar.

Keystone/EPA/ARSHAD ARBAB

(sda-ats)

È di almeno un centinaio di morti e altrettanti feriti, tra cui donne e bambini, il bilancio di un attentato suicida contro il tempio di Lal Shahbaz Qalandar, a Shewan, nel sud del Pakistan. La strage è stata rivendicata dall'Isis.

Lo riferiscono fonti della polizia riportate dal sito TImes of India. Al momento dell'esplosione all'interno del tempio erano presenti migliaia di persone.

Secondo quanto ha reso noto la polizia, "un attentatore suicida è entrato nel tempio attraverso il cancello e si è fatto saltare in aria poco dopo aver lanciato una granata, che non è esplosa".

Nel tempio, un gran numero di fedeli erano impegnati a celebrare il Dhamal, un antico rituale del sufismo.

Attraverso la sua agenzia Amaq, l'Isis ha rivendicato l'attentato suicida.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS