Navigation

Pakistan: cortei per Saeed, mente attacco Mumbai

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 aprile 2012 - 18:11
(Keystone-ATS)

Diverse migliaia di pakistani hanno manifestato oggi a sostegno di Hafiz Mohammad Saeed, leader del movimento pachistano Lashkar-e-Taiba, considerato responsabile dell'attacco terroristico che il 26 novembre 2008 causò la morte a Mumbai di oltre 170 persone.

Gli Stati Uniti hanno posto una taglia di ricompensa 10 milioni di dollari a chiunque fornisca informazioni utili alla sua cattura. Il comitato di difesa del Pakistan, una alleanza di gruppi religiosi conservatori, considerati estremisti, ha lanciato un appello alla manifestazione di oggi per Saeed. La più grande manifestazione si è tenuta a Lahore con circa 2.000 persone. Cortei e assembramenti si sono svolti anche nella capitale Islamabad, a Rawalpindi, Peshawar e Karachi. Saeed che vive e si muove tranquillamente in Pakistan, è al secondo posto nella lista del dipartimento di Stato Usa dei terroristi ricercati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?