Navigation

Pakistan: drone uccide "coordinatore" rete Haqqani

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 ottobre 2011 - 22:05
(Keystone-ATS)

Un missile sganciato da un drone americano ha ucciso un alto esponente della rete terroristica di Haqqani nel nord-ovest del Pakistan: lo rendono noto i media statunitensi. Secondo alcune fonti, la vittima sarebbe soprannominata Jalil, considerato il "coordinatore" dell'organizzazione, legato a Sirajuddin Haqqani, ritenuto il leader della rete terrorista, alleata dei talebani e di al-Qaida.

Secondo fonti pachistane, altri due militanti di Haqqani sono stati uccisi nel nord Waziristan, dove questo gruppo terroristico opera indisturbato. I missili, in particolare, sono stati lanciati nel villaggio di Dande Darpa Khel. Negli ultimi giorni almeno due missili statunitensi hanno ucciso sei persone in questa zona. Tutti gli obiettivi, secondo l'intelligence degli Usa, erano impegnati a lanciare razzi e colpi di mortaio attraverso il confine, contro la base americana di Machadad Kot.

L'attacco è avvenuto nel giorno in cui Marc Grossman, l'inviato americano in Afghanistan e Pakistan, è giunto a Islamabad per cercare di migliorare i difficili rapporti tra i due paesi, messi in crisi di recente dalle critiche americane nei confronti dei servizi segreti militari pachistani (Isi), accusati di fornire assistenza alla rete di Haqqani, che opere al confine con l'Afghanistan.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?