Navigation

Pakistan: droni Usa, vittime civili più di quanto stimato

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 luglio 2013 - 16:51
(Keystone-ATS)

Un rapporto riservato del governo pachistano rivela che gli attacchi degli aerei Usa senza pilota (droni) hanno causato la morte di centinaia di civili nel nord ovest del Paese, molti di più di quelli stimati da Washington. Il documento è stato scoperto dal London Bureau of Investigative Journalism (Lbij), una organizzazione britannica no-profit. "Gli Stati Uniti hanno sempre dichiarato che solo un piccolo numero di non-combattenti è stato ucciso dai droni in Pakistan, nonostante nostre ricerche e quelle di altri stimano invece che circa 400 civili siano morti nei nove anni" di guerra, si legge sul sito della Lbij.

L'organizzazione spiega che il rapporto governativo di 12 pagine si basa su 75 attacchi della Cia tra il 2006 e il 2009. In queste operazioni sono morte 746 persone, ma di queste 147 erano civili, tra cui ben 94 bambini.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.