Navigation

Pakistan: esercito schiererà truppe lungo confine afghano

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 settembre 2011 - 19:35
(Keystone-ATS)

L'esercito pachistano ha deciso di schierare l'esercito regolare lungo la frontiera con l'Afghanistan per fermare l'infiltrazione di militanti islamici che ha aperto una nuova frattura nelle relazioni tra Islamabad e Kabul. Lo ha detto oggi il portavoce militare, generale Athar Abbas, a un'emittente privata pachistana.

Le truppe saranno dislocate nei distretti tribali di Dir e Chiral, nella parte superiore del poroso confine dove di recente si sono registrati diversi incidenti legati a incursioni dei talebani dalla provincia afghana di Kunar. Non è stato specificato il numero e la durata del dispiegamento dei militari lungo la frontiera che è protetta da corpi paramilitari.

L'ultimo grave incidente che ha aggravato la tensione tra i due Paesi risale alla fine di agosto quando centinaia di talebani pachistani provenienti dall'Afghanistan (dove si erano rifugiati) hanno attaccato un posto di guardia nel distretto di Chitral, uccidendo 28 agenti di sicurezza.

Durante le festività di Eid, i militanti hanno anche sequestrato un gruppo di 30 ragazzi di Bajaur che durante una gita erano entrati per sbaglio in territorio afghano. I ragazzi sono ancora nelle mani dei rapitori, nonostante il governo di Islamabad abbia chiesto l'aiuto di Kabul per liberare i giovani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?