Navigation

Pakistan: esplosioni Kurram, nuovo bilancio 39 morti, tutti sciiti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2013 - 18:18
(Keystone-ATS)

È ulteriormente salito a 39 morti e oltre 180 feriti l'attentato di oggi pomeriggio in un mercato di Parachinar, nel distretto tribale pachistano nord-occidentale di Kurram. Lo riferiscono fonti governative e sanitarie ai giornalisti locali. Secondo i media locali, le vittime della duplice esplosione sono tutti sciiti.

La città di Parachinar, dove è avvenuta la strage, è popolata in prevalenza dalla minoranza, che di recente è nel mirino dei talebani e di altri estremisti sunniti che la considerano "eretica".

Il bilancio delle vittime è destinato salire nelle prossime ore, poiché le condizioni di molti feriti sono critiche. Negli ospedali della zona è stata dichiarata l'emergenza.

Secondo Express Tribune, la strage è stata causata da due bombe su motociclette parcheggiate nel bazaar di Shingak e in una fermata di autobus. Almeno otto persone sono morte sul colpo dilaniate dalle deflagrazioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo