Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex presidente pachistano Pervez Musharraf è stato scarcerato oggi dopo aver pagato una cauzione di 200 mila rupie (circa 2 mila dollari) richiesta da un tribunale di Islamabad. Lo riferisce la tv dawn News.

Il suo legale ha detto che "ora è un uomo libero" perché ha ottenuto la libertà provvisoria in tutti i quattro processi che lo riguardano.

Musharraf, che si trovava agli arresti domiciliari, era stato incriminato a ottobre per l'omicidio di un leader religioso durante una sanguinosa operazione della polizia contro la Moschea Rossa di Islamabad nel 2007. Due giorni fa aveva ottenuto la libertà provvisoria dietro cauzione.

Dopo essere tornato dall'esilio il 24 marzo, l'ex presidente è stato coinvolto anche in altri tre casi riguardanti l'esautorazione dei giudici della Corte Suprema, l'uccisione di un leader separatista del Baluchistan e l'attentato mortale contro l'ex premier e rivale Benazir Bhutto. In tutte e tre le inchieste ha ottenuto la scarcerazione su cauzione.

Secondo la fonte, la villa alla periferia di Islamabad, che era stata dichiarata "prigione" distaccata e dove era detenuto l'ex generale in questi mesi, sarà dissequestrata. Tuttavia Musharraf non potrà lasciare il Paese in quanto non è stato rimosso il divieto di espatrio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS