Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - Il ministro degli esteri pachistano Shah Mehmood Qureshi ha speso circa 20 mila dollari in un hotel di lusso durante la sua missione della scorsa settimana a New York per partecipare alla seduta speciale dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite dedicata alla gravissima emergenza inondazioni. Lo denuncia oggi il quotidiano "The Nation" in un editoriale in prima pagina in cui critica duramente la classe dirigente del paese.
"Mentre migliaia muoiono e milioni sono costretti a lasciare le case per le alluvioni, il ministro degli esteri giunto a New York per implorare l'aiuto internazionale, spendeva migliaia di dollari tra i comfort di un hotel a cinque stelle", si legge. Secondo fonti del giornale, Qureshi, accompagnato da una delegazione di sei persone, ha pernottato al Barcley Intercontinental Hotel, "uno dei più costosi di Manhattan, dove di solito alloggia anche il presidente Zardari" precisa il giornale.
In tono polemico, il quotidiano aggiunge poi che il premier britannico David Cameroon, che si trovava a New York per la stessa riunione, "ha pernottato nella residenza del consolato britannico".
Mentre è massima allerta per la piena del fiume Indo che sta minacciano la metropoli di Hyderabad, nella provincia meridionale del Sindh, il premier Yousuf Raza Gilani ha lanciato un nuovo allarme per il rischio di epidemie tra i milioni di alluvionati e in particolare per 3,5 milioni di bambini più vulnerabili a malattie come colera, gastroenteriti e altre infezioni causate dall'acqua contaminata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS