Navigation

Pakistan: inondazioni, fiume Indo rompe nuovi argini in Sindh

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 agosto 2010 - 11:00
(Keystone-ATS)

NEW DELHI - L'Indo in piena ha rotto altri argini stamattina inondando nuove terre nella provincia meridionale pachistana del Sindh, dove da tre giorni un milione di persone è in fuga. Lo riporta il sito internet Dawn.
Alcuni sbarramenti costruiti per proteggere la storica città di Thatta, che sorge a est del porto di Karachi, evacuata ieri, sono saltati per la pressione delle acque. Circa 175'000 abitanti hanno lasciato il centro urbano che ora è deserto, secondo quanto riportano le autorità locali. Mentre alcuni hanno trovato ospitalità a Karachi e in altre città, molti hanno passato la notte all'addiaccio in zone alte, al riparo dagli allagamenti.
Secondo un comunicato delle Nazioni Unite, 19 distretti su un totale di 23 della provincia del Sindh, la più devastata dalla calamità iniziata un mese fa, sono sommersi dalle inondazioni che hanno colpito in totale oltre 17 milioni di persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.