Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - Il governo del Pakistan e la principale forza di opposizione, il Pml-N di Nawaz Sharif, hanno deciso oggi di unire i loro sforzi per soccorrere le popolazioni colpite dalle alluvioni accordandosi per la creazione di un organismo incaricato di raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione. Lo riferisce Geo Tv.
In una conferenza stampa ad Islamabad il premier pachistano Yusuf Raza Gilani e Sharif si sono detti scioccati per l'accaduto, esprimendo dolore per la sorte di 20 milioni di persone che in diversa misura sono stati danneggiati dalle alluvioni ed hanno perso tutto o parte dei loro beni.
Gilani ha spiegato che la presenza sua e di Sharif è determinata dal fatto che "la calamità richiede che i partiti politici vadano oltre le loro differenze per affrontare insieme il disastro".
Da parte sua il leader della Lega musulmana del Pakistan-N ha annunciato che insieme al premier si recherà in tutte le province del paese perché "è necessario unire la nazione di fronte a simili tragedie".
"Prima di tutto ce la dobbiamo fare con le nostre forze - ha concluso - perché non vogliamo chiedere elemosine alla comunità internazionale. Se qualcuno vorrà aiutarci, sarà il benvenuto, altrimenti ce la faremo anche da soli".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS