Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È salito ad almeno 72 morti il bilancio delle vittime del grave attacco suicida di oggi contro una chiesa cristiana a Peshawar, nel nord ovest del Pakistan. Lo riferiscono fonti sanitarie ai giornalisti. I feriti sono oltre 100, tra cui molti in gravi condizioni ricoverati all'ospedale Lady Reading Hospital. Tra le vittime molte donne e bambini

Poco prima il gruppo fondamentalista islamico Jandullah, legato ai talebani del Tehrek-e-Taliban Pakistan (TTP) e vicino ad Al Qaida, ha rivendicato l'attentato.

Un portavoce dell'organizzazione fondamentalista islamica, Ahmed Marwat, ha detto che "fino a quando i raid dei droni non saranno fermati, continueremo a colpire, ovunque ne avremo la possibilità, obiettivi non musulmani". I droni sono gli aerei senza pilota che, usati con l'intenzione di colpire i terroristi, hanno più volte provocato vittime tra i civili.

Jandullah è un gruppo fondamentalista sunnita, distintosi in passato per attentati contro obiettivi degli sciiti, considerati apostati. Nella seconda metà di giugno, inoltre, questo movimento ha rivendicato l'attacco a 2.000 metri di quota nel Pakistan settentrionale ad un campo base alle falde dell'Himalaya, uccidendo nove alpinisti stranieri ed una guida pachistana "colpevole", quest'ultima, di essere sciita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS