Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una leader di un partito laico pashtun, l'Awami national party (Anp), è stata uccisa nella notte nella sua abitazione a Peshawar. Lo riferisce il sito on line del quotidiano Dawn citando fonti della polizia. La donna, Najma Hanif, è stata raggiunta alla testa e al petto da colpi da arma da fuoco ed è stata trovata morta nel suo appartamento nel quartiere di Hyatabad.

Hanif era una delle candidate alle elezioni di maggio per la provincia di Khyber Pakhtunkwa. Il marito, Hanif Jadoon, anch'egli leader locale dell'Anp, era stato ucciso da un kamikaze nel novembre 2011 mentre tornava da una moschea nella località di Swabi. Nello stesso attacco erano morti anche il figlio e la sua guardia del corpo.

Il partito Awami è stato alleato dell'ex partito di governo, il Partito popolare pachistano (Ppp) della famiglia Bhutto, ma è stato sconfitto nelle elezioni di maggio dall'emergente forza politica dell'ex campione di cricket Imran Khan. A causa della sua ideologia non violenta e della vicinanza con gli Usa, è costantemente nel mirino dei vari gruppi talebani che controllano i distretti tribali vicino al confine afghano.

Negli ultimi dieci anni, si calcola che circa mille attivisti dell'Anp siano stati assassinati in attacchi mirati o attentati contro comizi a Peshawar e nel resto della provincia pashtun.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS