Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Dopo quasi due anni di esilio dorato a Londra, l'ex presidente pachistano Pervez Musharraf ha annunciato di voler tornare in Pakistan per giocare un ruolo politico, senza escludere di candidarsi alle elezioni presidenziali della potenza nucleare asiatica, stato-chiave dell'area di crisi che va dall'Afghanistan all'India.
"Prevedo certamente di tornare in Pakistan per far politica. La questione se mi presenterò alle presidenziali o se voglio diventare primo ministro si porrà più tardi", detto Musharraf alla Cnn lasciando sul vago quando e se si candiderà a prendere il posto dell'attuale presidente Asif Ali Zardari, il vedovo di Benazir Bhutto. Dopo la morte della Bhutto, sua rivale, avvenuta il 27 dicembre 2007 a causa di un attentato suicida, Musharraf era stato stato accusato di essere il mandante dell'omicidio.
Musharraf, 57 anni, si era dimesso il 18 agosto 2008 per evitare un impeachment per violazione della Costituzione al termine di un braccio di ferro con il governo dell'attuale premier Ysyf Raza Gilani. In febbraio le elezioni erano state vinte dai partiti di opposizione, tra cui il Ppp di Zardari.

SDA-ATS