Navigation

Pakistan: offensiva anti-talebani in nord-ovest, 25 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2010 - 07:06
(Keystone-ATS)

ISLAMABAD - La zona tribale della Orakzai Agency, nel Pakistan nord-occidentale, sembra essersi trasformata negli ultimi giorni nell'epicentro delle tensioni militari per scontri che, secondo fonti ufficiali, hanno causato la morte di 61 talebani e cinque membri delle forze di sicurezza.
Il governo ha ordinato all'esercito di attaccare le basi degli insorti in questo territorio, convinto che qui si siano rifugiati molti militanti fuggiti da precedenti operazioni nel Waziristan meridionale e nella Bajaur Agency.
E ieri nell'area di Mamuzai l'artiglieria e l'aviazione hanno bombardato un seminario dove erano riuniti decine di militanti del movimento islamico Tableeghi Jamaat causando numerose vittime.
Nel complesso, hanno riferito le fonti, nella sola giornata di ieri almeno 61 talebani hanno perso la vita nella Orakzai Agency.
Infine, Dawn News Tv ha reso noto oggi che un comando di insorti ha attaccato oggi un posto di blocco della sicurezza pakistana nel Lower Orakzai, uccidendo cinque militari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?