Le vittime per l'ondata di caldo che ha colpito il Pakistan meridionale, ed in particolare la provincia di Sindh e il suo capoluogo Karachi, hanno raggiunto ieri sera quota 474.

La maggior parte dei decessi, hanno reso noto fonti sanitarie, è avvenuto nell'ospedale Jinnah di Karachi.

Il Dipartimento di meteorologia pachistano ha reso noto che nel giro di 24 ore l'emergenza dovrebbe però terminare, per l'arrivo delle piogge monsoniche che ridurranno la temperatura.

Durante la scorsa notte comunque a Karachi il termometro non è mai sceso sotto i 35 gradi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.