Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Responsabili della Forza di sicurezza delle frontiere (Bsf) indiana hanno accusato oggi il Pakistan di avere bombardato pesantemente villaggi e 13 posti di controllo del Jammu & Kashmir alla frontiera comune, causando la morte di una persone ed il ferimento di altre nove. Lo scrive l'agenzia di stampa Pti.

Secondo l'ispettore generale della Bsf, Rakesh Sharma, l'attacco "non provocato ha preso di mira verso le 21,30 locali obiettivi civili e militari nei distretti di Kathua e Samba". Le nostre forze, ha infine detto, "hanno risposto al fuoco impegnandosi in uno scontro terminato intorno alle 3 di stamani, anche se l'artiglieria pachistana è nuovamente entrata in azione a partire dalle 7, in modo intermittente".

In precedenza era stata la volta del Pakistan di accusare l'India di avere colpito villaggi del Punjab vicino alla frontiera con il Jammu, con un bilancio dell'uccisione di una adolescente di 14 anni ed il ferimento di un bambino di otto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS