Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli sporadici scontri a fuoco che avvengono da qualche giorno al confine fra India e Pakistan hanno causato ieri la morte di una ragazza pachistana di 14 anni e il ferimento di un bambino di otto. Lo hanno reso noto le autorità pachistane.

L'ultimo incidente, si è appreso, è avvenuto nel settore di Shakargar dell'area di Sialkot del Punjab pachistano alla frontiera con il Jammu & Kashmir indiano.

Le vittime sono una adolescente, Samira, colpita a morte da un proiettile nel suo villaggio, mentre le Forze di sicurezza di frontiera indiane (Bsf) e i Rangers pachistani erano impegnati in uno scontro a fuoco.

Più fortunato invece è stato il piccolo Mursaleen, le cui ferite riportate nel conflitto non ne hanno messo in pericolo la vita.

Giorni fa, nella stessa zona, un militare indiano e due pachistani sono morti in uno scontro dai contorni ancora non del tutto chiariti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS