Navigation

Pakistan respinge appello morte per autore film

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2012 - 12:24
(Keystone-ATS)

Il governo del Pakistan ha ufficialmente preso le distanze oggi nei confronti del ministro delle Ferrovie, Gulam Ahmad Bilor, che ha proposto una taglia di 100.000 dollari per uccidere il produttore del film 'The Innocence of Muslims'. Lo riferisce GEO Tv."Si è trattato di una iniziativa autonoma del ministro",si legge in una nota.

Al riguardo il portavoce del governo, Shafqat Jalil, in una intervista ad una emittente radiofonica internazionale ha ribadito che il governo "si è chiaramente dissociato" dai commenti e dall'iniziativa presa dal ministro Bilor.

Il portavoce ha aggiunto che il ministro non è membro del Partito del popolo pachistano (Ppp, alla guida della coalizione governativa) ma dell'Awami National Party (Anp) e che il premier ha intenzione di prendere contatto con i dirigenti di questa formazione per decidere il da farsi.

Intanto il portavoce dell'Anp, Zahd Khan, ha chiarito che i commenti fatti dal ministro Bilor sono unicamente sua responsabilità e non del partito. "Crediamo nella nonviolenza - ha sottolineato - e la nostra politica ha come priorità la pace e la stabilità del Paese".

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?