Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - I dinosauri sono stati spazzati via 65 milioni anni fa, da almeno due impatti di meteoriti anziché da uno solo. Lo riferisce un nuovo studio i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista "Geology" da un team guidato dal professor David Jolley di Aberdeen University, di cui riferisce la Bbc online.
Oltre all'impatto del Golfo del Messico, infatti, ora arrivano novità su un secondo impatto in Ucraina e questo solleva la possibilità che la Terra possa essere stata bombardata da una pioggia di meteoriti.
Il Cratere Boltysh in Ucraina è stato scoperto nel 2002. Tuttavia, fino ad ora, era incerto esattamente come i tempi di questo evento fossero connessi con l'impatto di Chicxulub. Analizzando il polline e le spore di piante fossili negli strati di fango del cratere hanno trovato un secondo strato di felci, indicatori perfetti di eventi passati, un metro sopra il primo. Lo spiega Simon Kelley della Open University, co-autore dello studio: "Noi interpretiamo questo secondo strato come immediatamente successivo all'impatto di Chicxulub". Ciò dimostra che il Boltysh e l'impatto di Chicxulub non si sono verificati esattamente nello stesso momento ma hanno colpito a diverse migliaia di anni di distanza. Quindi, invece di essere spazzata via da un singolo meteorite, i ricercatori pensano che i dinosauri possano essere stati vittime di una pioggia di meteoriti nel corso di migliaia di anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS