Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Marwan Barhuthi, uno dei più popolari dirigenti di al-Fatah in Cisgiordania, in un'immagine del 2012 (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/BERNAT ARMANGUE

(sda-ats)

Impegnato da otto giorni in uno sciopero della fame ad oltranza - assieme ad oltre mille altri attivisti di al-Fatah reclusi in Israele - Marwan Barghuthi ha subito un deterioramento nelle condizioni di salute. Lo scrivono le agenzia di stampa palestinesi Wafa e Maan.

Le agenzie citano il Comitato palestinese dei prigionieri secondo cui Barghuthi - che è recluso in isolamento nel carcere di Jalame, nel Nord di Israele - ha un grave abbassamento della pressione sanguigna e dei livelli di zucchero nel sangue. Eppure, secondo questa fonte, ha finora rifiutato di ricevere cure mediche.

Una portavoce del servizio carcerario israeliano, interpellata da Maan, ha replicato che ''a quanto risulta non c'è alcun cambiamento sostanziale nelle sue condizioni di salute''. Barghuthi - ha aggiunto - ha intrapreso lo sciopero della fame di propria iniziativa ''e se non si sente bene è libero di mettervi fine''.

Barghuthi - uno dei più popolari dirigenti di al-Fatah in Cisgiordania - ha indetto il 17 aprile uno sciopero della fame ad oltranza per rivendicare migliori condizioni di detenzione. Tra l'altro chiede un migliore accesso a cure mediche, visite familiari più lunghe, l'allentamento delle restrizioni per la consegna ai detenuti di libri, cibi, abiti e regali, l'installazione di telefoni pubblici e la possibilità di guardare un numero maggiore di canali televisivi. I detenuti di al-Fatah, che partecipano alla protesta, manifestano inoltre contro la loro reclusione in territorio israeliano e sostengono che dovrebbero essere trasferiti in Cisgiordania.

Ieri il premier Benyamin Netanyahu ha affermato che Israele tratta i detenuti palestinesi colpevoli di attacchi contro israeliani in base alle norme internazionali. ''Non accetto diktat dai terroristi'' ha aggiunto. Barghuthi sconta da 15 anni l'ergastolo dopo essere stato riconosciuto colpevole da un tribunale israeliano di aver ispirato attentati in cui cinque persone furono uccise.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS