Navigation

Panalpina, DSV propone piano sociale unilaterale per i licenziati

Un'azienda che copre tutto il mondo. KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2019 - 09:27
(Keystone-ATS)

Piano sociale unilaterale per i dipendenti licenziati di Panalpina, società basilese attiva nei trasporti e nella logistica rilevata dal concorrente danese DSV.

Il gruppo non è riuscito a trovare un accordo con i rappresentanti del personale e offre quindi ora volontariamente un supporto all'uscita. Nelle ultime settimane le parti si sono avvicinate, ma non c'è ancora un'intesa, si legge in un comunicato odierno. I negoziati proseguono, ma intanto vengono introdotte misure concrete, in particolare per aiutare le persone toccate dalla ristrutturazione a ritrovare un lavoro.

A metà ottobre DSV aveva annunciato che nella centrale Panalpina di Basilea sarebbero stati cancellati sino a 165 impieghi. Il provvedimento era stato giustificato con la necessità di eliminare i doppioni emersi durante il processo di integrazione: le sovrapposizioni concernono in particolare il settore informatico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.