Navigation

Panalpina: tornata in zona utili nel 2011

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 marzo 2012 - 07:43
(Keystone-ATS)

Panalpina torna in zona utili: nel 2011 il gruppo basilese attivo nei trasporti e nella logistica ha conseguito un risultato netto positivo di 127,4 milioni di franchi, contro la perdita di 26 milioni subita l'anno prima.

L'utile lordo è rimasto praticamente stabile a 1,48 miliardi (-0,2%), mentre un calo più marcato è stato osservato per il fatturato, sceso del 9,3% a 6,5 miliardi, informa la società in una nota odierna. A livello di volumi vi è stata una crescita del 6% nel trasporto marittimo, mentre i trasferimenti di merci per via aerea sono diminuiti del 5%. "Nel 2011 abbiamo fatto progressi molto importanti", afferma la presidente della direzione generale Monika Ribar, citata nel comunicato.

Panalpina si aspetta che il mercato del trasporto aereo subirà un'ulteriore contrazione nel primo semestre e rimarrà stabile sull'arco dell'intero anno. Per il comparto marittimo è attesa un'espansione generale annua del 4-5%. Obiettivo del gruppo, su entrambi i fronti, sarà di crescere in modo più incisivo del mercato.

Nel frattempo arrivano buone notizie per gli azionisti. Dopo due anni a secco la società tornerà a versare un dividendo, pari a 2 franchi per azione. Oltre a ciò è prevista la riduzione di 1,90 franchi del valore nominale dei titoli.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?