Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'immagine mostra l'ufficio del consorzio internazionale di giornalisti investigativi (Icij) di Washington, negli Stati Uniti.

/EPA/JIM LO SCALZO

(sda-ats)

Un potente motore di ricerca per trovare più facilmente nomi e indirizzi di molti soggetti coinvolti nello scandalo dei Panama Papers: lo ha messo a disposizione oggi il consorzio internazionale di giornalisti investigativi (Icij).

Icij ha tolto così il velo a circa 214'000 società offshore create in 21 giurisdizioni, dal Nevada a Hong Kong fino alle isole Vergini. I dati, spiega il consorzio, fanno parte dell'indagine sui Panama Papers e sono la più ampia diffusione di informazioni sulle compagnie offshore e sulle persone che vi stanno dietro, compresi - se disponibili - i nomi dei veri proprietari di questa strutture opache: in tutto sono oltre 360 mila nomi. Il database offre anche informazioni su oltre 100 mila società offshore che il consorzio giornalistico aveva già scoperto in una sua indagine del 2013.

Ma i nuovi dati non sono che una parte dei Panama Papers, una miniera di oltre 11,5 milioni di documenti usciti dallo studio legale di Panama Mossack Fonseca, uno dei maggiori creatori di compagnie, trust e fondazioni difficili da identificare. Icij non pubblica tuttavia la totalità dei dati e non rivela documenti grezzi o informazioni personali di massa. Il database contiene una grande quantità di informazioni sui proprietari delle compagnie, sui loro delegati e intermediari ma non rende noto conti bancari, carteggi mail e transazioni finanziarie contenute nei documenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS