Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Benjamin Netanyahu.

KEYSTONE/EPA REUTERS POOL/RONEN ZVULUN / POOL

(sda-ats)

Secondo quanto risulta dai Panama Papers, il re saudita Salman bin Abdulaziz Al Saud avrebbe finanziato con 80 milioni di dollari la campagna elettorale nel 2015 dell'attuale premier di Israele, Benjamin Netanyahu. Lo riferisce l'emittente iraniana PressTv.

I soldi sarebbero stati versati in una banca delle Virgin Islands britanniche in un conto di una società del miliardario israeliano Teddy Sagi, che a sua volta, li avrebbe girati al fondo elettorale di Netanyahu.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS