Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente Juan Carlos Varela stringe la mano al premio nobel Joseph Stiglitz. Accanto il professore basilese Mark Pieth.

KEYSTONE/AP/ARNULFO FRANCO

(sda-ats)

Quattro settimane dopo la pubblicazione dei cosiddetti Panama Papers, è stata creata una commissione di esperti per cercare di migliorare la trasparenza nel settore della finanza offshore del piccolo Paese. Tra i partecipanti vi è anche un accademico svizzero.

Si tratta del basilese Mark Pieth, professore di diritto penale ed esperto nella lotta alla corruzione. Oltre a Pieth fanno parte della commissione anche il premio Nobel per l'economia Joseph Stiglitz e l'ex presidente di Panama Nicolás Ardito Barletta.

I sette esperti hanno tempo sei mesi per elaborare proposte per evitare che in futuro la piazza finanziaria panamense continui ad essere utilizzata per riciclare denaro o per attività illegali, ha precisato ieri il presidente del paese dell'America centrale Juan Carlos Varela.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS