Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Papa Francesco tra i giovani (archivio)

KEYSTONE/AP/ANDREW MEDICHINI

(sda-ats)

Papa Francesco ha compito oggi all'Università di Roma Tre la sua prima visita a un ateneo statale italiano. Al suo arrivo il Pontefice è stato salutato tra gli altri dal rettore Mario Panizza.

Francesco si è prima di tutto intrattenuto all'esterno dell'edificio principale dell'ateneo per salutare e stringere le mani alle persone presenti.

Poi, incontrando docenti, studenti e personale della università in un ampio discorso a braccio in risposta alle domande di quattro studenti, il pontefice ha affermato che "bisogna abbassare un po' il tono e bisogna parlare meno e ascoltare di più", c'è, a livello mondiale, una "violenza verbale" nei singoli e nella comunità, che sta facendo "perdere il senso della costruzione sociale, della convivenza sociale, che si fa prima di tutto con l'ascolto e il dialogo".

"L'università - ha detto - è dove si può dialogare, dove c'è posto per tutti, quello che la pensa così, quello in un altro modo quello in un altro"; non è il posto dove uno va "sente il professore e poi si torna a casa, questa non è una università, l'università deve avere questo lavoro artigianale del dialogo, sì sentire le lezioni, sentire la saggezza dei professori, ma il dialogo, la discussione, questo è importante".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS