Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Quando un giovane mi dice: 'Che brutti tempi, questi, Padre, non si può fare niente!', io lo mando dallo psichiatra!". "Con dolore penso ai consacrati che non sono fecondi, che sono zitelloni. L'inquietudine dell'amore spinge sempre ad andare incontro all'altro, senza aspettare che sia l'altro a manifestare il suo bisogno".

Giornata di provocazioni, oggi, per papa Francesco che ha prima spronato ancora una volta i giovani a "fare rumore" e ad "andare controcorrente" e poi, dopo essere stato investito da un grande bagno di folla nel centro di Roma, ha esortato religiosi e consacrati a non chiudersi nelle "comodità" della vita sacerdotale e nel "carrierismo". L'esempio per tutti i cristiani e in particolare per i sacerdoti dev'essere quello di Sant'Agostino, un uomo che pur "arrivato", pur "avendo tutto", continua "la ricerca del senso profondo della vita".

Ai giovani, col suo fare da parroco cui ormai ha abituato, papa Francesco ha parlato nel pomeriggio incontrando nella basilica di San Pietro 500 ragazzi della diocesi di Piacenza-Bobbio venuti in pellegrinaggio per l'Anno della Fede. Bergoglio ha accorciato subito le distanze incoraggiandoli con forza a "scommettere su grandi ideali". "Avete il potere di farlo - ha ammonito -. Se non lo fate, è per pigrizia", "andate avanti, fate rumore", "sempre nella vita ci saranno persone che vi faranno proposte per frenare, per bloccare la vostra strada. Per favore, andate controcorrente". E a chi dice loro "prendi un po' d'alcol, prendi un po' di droga", ha avvertito il Papa, bisogna avere il coraggio di dire "No!". Quindi, la sua provocazione: "Quando un giovane mi dice: 'Che brutti tempi, questi, Padre, non si può fare niente!', ma, lo mando dallo psichiatra!".

Dopo l'incontro con i ragazzi, quello con i padri agostiniani nella basilica del loro fondatore nel centro di Roma, dove Bergoglio, con una messa, ha voluto essere presente per aprire il capitolo generale dell'ordine. Ad attenderlo, all'ingresso di via della Scrofa, una folla numerosissima di fedeli che ha cominciato a radunarsi attorno alla basilica già diverse ore prima del suo arrivo. Acclamato dai fedeli, Papa Francesco è sceso da un'utilitaria Ford tenendo nella mano sinistra un sacchetto di stoffa contenente una mitria.

Nella basilica agostiniana ha lanciato poi un nuovo monito contro le "comodità" della vita sacerdotale e il "carrierismo". "Con dolore penso ai consacrati che non sono fecondi, che sono zitelloni", ha detto. "Siate sempre inquieti!", ha aggiunto", senza lasciarvi "affascinare dalla mondanità spirituale" senza pensare "agli interessi personali, al carrierismo". È necessario, ha concluso, conservare "l'inquietudine per Dio che mi porta ad 'andare fuori', verso gli altri".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS