Navigation

Papa: ha incontrato donna asiatica degli schiaffetti

Tra papa francesco e la donna di origine asiatiche c'è stata una stretta di mano e lo scambio di qualche parola a tu per tu. KEYSTONE/AP/ALESSANDRA TARANTINO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 febbraio 2020 - 17:40
(Keystone-ATS)

Papa Francesco ha incontrato, pochi giorni dopo l'episodio che ha fatto il giro del mondo, la donna asiatica vittima di un suo schiaffetto sulla mano.

La reazione del papa era avvenuta dopo essere stato strattonato proprio da questa fedele la sera del 31 dicembre in piazza San Pietro, quando, dopo il Te Deum, come da tradizione, Francesco aveva fatto un giro a piedi tra i fedeli diretto a visitare il presepe.

Per quel gesto aggressivo, Bergoglio si è scusato pubblicamente l'indomani all'Angelus, ma è stato comunque criticato e discusso in tutto il mondo con grandi polemiche, non solo perché la sequenza dell'episodio è divenuta virale, ma anche perché sull'accaduto si è scatenata l'ironia del Web con tantissimi meme e fotomontaggi.

Al papa le scuse pubbliche non bastavano tanto che, secondo quanto apprende ora l'agenzia di stampa italiana Ansa, nei giorni successivi ha voluto incontrare la donna al termine di una udienza nell'Aula Paolo VI, incontro che è però passato inosservato e che non è stato pubblicizzato dai media vaticani.

Tra Bergoglio e la donna di origine asiatiche ma di cui non si conosce il nome c'è stata dunque una stretta di mano e lo scambio di qualche parola a tu per tu. La donna era accompagnata da altre pellegrine venute a Roma con lei. È stato lo stesso Francesco a parlare nei giorni scorsi, con chi lo ha incontrato, di quanto è accaduto. Il papa stesso, secondo quanto riferito, sarebbe rimasto molto scosso e dispiaciuto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.