Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Termina oggi il pontificato di Benedetto XVI, che l'11 febbraio scorso ha annunciato la sua storica rinuncia al trono di Pietro e l'inizio della "sede vacante" da questa sera alle 20.00.

Dopo l'ultima udienza generale di ieri, in cui davanti a quasi duecentomila fedeli accorsi in Piazza San Pietro il Papa ha pronunciato il suo testamento spirituale, spiegando che nel suo pontificato la Chiesa ha vissuto "momenti difficili" e che con la sua rinuncia egli "non abbandona la croce" ma resta "in modo nuovo", stamane Ratzinger si congederà dai cardinali presenti a Roma.

L'incontro di saluto è previsto alle 11.00 nella Sala Clementina e vi parteciperanno anche i molti cardinali già convenuti a Roma dalle loro sedi estere per il Conclave.

Quindi nel pomeriggio, alle 17.00, il Pontefice lascerà il Vaticano in elicottero per trasferirsi a Castel Gandolfo, dove vivrà nei prossimi due mesi in attesa che venga sistemato l'ex monastero di clausura nei Giardini Vaticani, che diventerà la sua residenza da "Papa emerito", come egli stesso ha voluto essere chiamato da questa sera in poi. Alle 17.30 circa, Ratzinger si affaccerà sulla piazza antistante il Palazzo di Castel Gandolfo per un saluto ai fedeli: quello sarà l'ultimo momento in cui lo si vedrà ancora nella sua veste di Romano Pontefice in carica.

Alle 20.00, l'unico segno della fine del Pontificato sarà la chiusura del portone del palazzo di Castel Gandolfo, con le guardie svizzere che lasceranno il loro servizio e torneranno in Vaticano, dal momento che Ratzinger non è più Papa. Da allora sarà "sede vacante" e partirà l'iter per l'elezione del nuovo Pontefice.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS